Casa Camilla Bed & Breakfast

Via Messapia, 84
74016 Massafra (TA)
Tel 328.9698312
Fax 099.8851302

Casa Camilla Bed & Breakfast

Torna indietro
www.casacamilla.eu CATEGORIA: Bed & Breakfast

Casa Camilla è una dimora storica, appartenente all’Associazione B&B Massafra, situata nel centro storico del paese, e più precisamente, nell’antichissimo rione di Gesù Bambino, all’inizio della Via Muro: la più suggestiva e storica delle vie del centro storico. L’antico rione prende il nome dalla omonima Chiesa, situata a pochi passi dalla struttura. All’interno del B&B Casa Camilla, grazie agli arredi, le porte, gli infissi, le classiche volte a “stella” in conci di tufo a vista, ed i pavimenti decorati, vi sembrerà di tornare indietro negli anni e sarà possibile rivivere la quotidianità di una classica casa padronale ottocentesca massafrese.

La struttura del B&B Casa Camilla, si compone di quattro stanze: CandeloraSanta MarinaSan Marco e Buona Nova dalle omonime cripte bizantine ubicate nel ricchissimo territorio della civiltà rupestre. Ciascuna di esse offre il massimo confort e relax con comodi letti singoli, matrimoniali, impianto di climatizzazione inverno / estate indipendenti, bagni in camera con set di asciugamani e set di cortesia, asciugacapelli, cambio biancheria, servizio lavanderia a richiesta. Al piano interrato del B&B Casa Camilla mostrerà sarà possibile ammirare le tipiche “case grotta” del secolo VI d.c. dove sono visibili il laboratorio artigianale per la produzione del “coccio pesto”, le stalle per gli animali e gli ambienti di vita dei residenti.  Dal terrazzo panoramico del B&B Casa Camilla sarà possibile ammirare il Santuario di Gesú Bambino, oppure scrutare all’orizzonte l’arco jonico e i monti calabresi della Sila.

Il Santuario, situato a pochi metri dal B&B Casa Camilla, è una delle cinque Chiese d’Europa dedicate a Gesù Bambino, al cui fianco è situato un convento francescano. L’origine del Santuario è legata ad una statuetta in cera di Gesù Bambino ritenuta miracolosa, custodita in una teca adornata da una corona d’oro donata dal cardinale Benedetto Aloisi Masella in occasione delle celebrazioni centenarie del miracolo del 1950.

Torna alla Home

2

 ama
Seguici su: